Evento Corsica

Corsica


(La quota include tessera associativa)

La Corsica: isola di storia italiana, che ancora punta il dito verso Genova. Una francese assolutamente atipica, che conserva intatto il sapore intenso del mare, della natura e dei suoi abitanti.

Visitare la Corsica dal mare è una fortuna che non si fa dimenticare: il suo territorio incontaminato riserva, negli anfratti della costa, luoghi ameni accessibili solo ai naviganti.

Scopri l'evento

Contatta MaiTerra per informazioni sull'evento

Hai qualche curiosità?
Chiama direttamente l’associazione MaiTerra

 +39 331 3353821

o completa il form sottostante

Dettagli viaggio


Porto: Sardegna
Data di partenza:
Dal 26/07 al 02/08Dal 02/08 al 09/08Dal 09/08 al 16/08Dal 16/08 al 23/08Dal 23/08 al 30/08Dal 30/08 al 06/09

Settimana
Imbarco: domenica dalle ore 18:00 in poi. Sbarco: Domenica dalle ore 10:00 alle 12:00

Optional:

Informazioni di contatto

Il mare

Acque cristalline, immense spiagge di sabbia fine, piccole calette deserte e scogliere selvagge popolate di aquile di mare: la Corsica offre una diversità di paesaggi marini unica nel Mediterraneo. I suoi mille chilometri di costa sono un susseguirsi di luoghi meravigliosi dove è possibile bagnarsi, pescare o tuffarsi. Nella parte Nord-Ovest, le spiagge delle Agriates sono tra le più selvagge dell’isola. Più a sud, attorno a l’Ile Russe, le spiagge della Balagne mostrano il loro azzurro turchese sul fondo di rocce dai colori intensi.

Nel Golfo di Porto vi aspettano spiagge piccole e grandi in una natura incontaminata, mentre il paesaggio fantastico delle Calanche vi abbaglierà. Poi da Bonifacio fino a Porto Vecchio, spiagge meravigliose si susseguono per chilometri, intervallate da calette. Più a nord, fino a Solenzara, la costa di madreperla vi offrirà le sue anse sabbiose bagnate da un’acqua verde smeraldo.

Anche nel pieno dell’estate non è difficile trovare una piccola cala solitaria e la temperatura dell’acqua vi stupirà per la sua mitezza: a ottobre si può ancora fare il bagno a 20°. L’incanto continua sott’acqua, nei fondali incredibilmente colorati.

La natura

La Corsica non assomiglia all’idea che ci siamo fatti delle isole mediterranee: nessun’altra è così verde. Verde come le foreste di castagni della Castagnaccia, come il verde frusciante della macchia, la freschezza degli alpeggi estivi, gli immensi pini larici centenari di Aitone. Come le chiazze color smeraldo dei laghi di montagna, come il verde degli ulivi del Nebbio, delle cascate e dei bacini trasparenti della Restonica.

Con più di 2000 specie vegetali, la Corsica vi abbaglierà di colori. Cinque riserve naturali proteggono una fauna e una flora uniche.

Chez Huguette Imeuble Poullion, Bastia 0495313760

l’Imprevu rue de l’Ancienne Poste, Bastia 0495317946

Le Jean Bart vieux Port, Bastia 0495313631

A casa di pasta rue Joseph Pietri, Porto Vecchio 0495270321

Sous la Tonnelle rue Abbatucci, Porto Vecchio 0495700217

U tavonu rue Camille Pietri, Propriano 0495761110

Coconut’s av.Christophe Colomb, Calvi 0660214099

Capuccino, Calvi 0495651119

Captain Resto Port de Plaisance, Calvi, 0495651170

Au bon amis rue Clemencau, Calvi 0495650501

Chez Dumè rue Napoleon 0495628320

A Siesta sur la Marinella 0495602874

La Caramama Sartene, 0495734111

U Passaghjiu Sartene 0495734264

L’altru versu Ajaccio 0495500522

La Crique Ajaccio 0495520579

La Palma Ajaccio 0495102296

Paillotte Le Rivoli Porticcio 0671093830

Cultura e tradizione

La sua cultura si perpetua da secoli e le tradizioni, portate avanti dal tessuto insulare, trovano piena espressione nelle voci, nella musica e nell’artigianato. Imperdibili le fiere di villaggio, che esprimono perfettamente l’arte di vivere corsa, la sua gastronomia e i suoi sapori. E proprio in questo contesto si levano nella notte le “paghjelle”, canti tradizionali a tre voci: è la fiera anima corsa quella che sentite cantare.
Anche l’architettura (religiosa e non) si esprime con forza: ad Ajaccio spiccano le testimonianze napoleoniche, da non perdere la Chappelle Imperiale e il Museo Bonaparte (ma anche la bella Cattedrale cittadina).
A Bastia potrete visitare la Cattedrale di Sainte Marie de l’Assumption, la chiesa di Saint Jean Baptiste, quella della Sainte Croix, l’Oratorio de L’Immaculée Conception,  Saint Roch e la Cittadella. Un’altra Cittadella che merita una visita è quella di Calvi, dove potrete fermarvi anche all’Oratorio Saint Antoine. Altre due spledide chiese si trovano a Bonifacio: la chiesa di Saint Dominique e quella del Re d’Aragona. E se passate per Porto non dimenticate di visitare la Tour Genoise!
Per gli appassionati di storia, a Sartene potrete trovare il Museo della Preistoria e dell’ Archeologia.

Sport e natura

La Corsica, con le sue vette, i suoi laghi alpini e il suo incredibile paesaggio tra mare e monti, offre una scelta infinita di sentieri percorribili per chi vuole fare trekking. La zona a sud di Porto offre la veduta dall’alto più spettacolare di tutta l’isola: Capo Rosso separa infatti il golfo di Sagona e quello di Porto: dall’alto li si vede entrambi in un solo respiro. Un altro golfo, quello della Girolata, classificato dall’UNESCO tra i siti naturali d’interesse mondiale, offre la possibilità di fare splendide camminate in un territorio completamente proibito alle auto.

Per gli appassionati di equitazione vi consigliamo un indirizzo a cui rivolgersi per farvi organizzare meravigliose escursioni a cavallo: Ferma Equestre de Croccano, route de Granace, Sartene, tel. +33(0)495771137.

Cosa mangiare

Il pesce locale in tutte le salse: grigliato, al forno, in zuppa (da provare l’inimitabile “bouillabasse”).

salumi, molto rinomati, che devono la loro qualità in gran parte agli animali allevati in libertà.

formaggi vaccini e di capra.

La farina di castagne, di fabbricazione artigianale, che serve come base di numerosi piatti.

L’olio di oliva, in gran parte prodotto negli uliveti della Balagne.

Il miele, di grande qualità grazie alla grande varietà di fiori.

E poi gli agrumi, i biscotti artigianali, i liquori (non manca il celebre Mirto)…

Vini

La vite è stata introdotta qui dai Greci 2500 anni fa. Da allora i vini isolani sono stati sempre molto apprezzati, e i vigneti corsi (circa 8000 ettari), sono ricchi di una trentina di varietà, tra cui lo “Sciacarellu”, il “Niellucciu”, e il “Vermentino”.

L’isola possiede oggi dieci Denominazioni di Origine Controllata. Un altro rinomato prodotto delle viti corse è la famosa “Acquavite”.

1 settimana: TOSCANA “ELBA, CAPRAIA”, CORSICA “SAINT FLORENT”

L’itinerario ideale per chi si accosta al mondo della vela e vuole godersi appieno 7 giorni di mare, vento e sole. Si parte il venerdì sera a Marina di Cecina (Livorno) per arrivare a Portoazzurro (Isola d’Elba) il mattino successivo. Da qui si circumnaviga l’isola per toccare baie dalle acque cristalline (Calanova, Fetovaia, Costa del Sole a sud ovest) fino alla Biodola e alle spiagge bianche di Portoferraio. Una tappa da non perdere è Marciana Marina, un antico borgo molto suggestivo situato ai piedi del monte Capanne, meta preferita di chi ama la mondanità e gli svaghi fino a tarda notte.

Si può ormeggiare in porto o pernottare alla fonda in numerose calette ben protette, a seconda dei venti predominanti del momento. Dall’Elba si raggiunge facilmente l’isola di Capraia (30 miglia da Portoferraio), che merita sempre una sosta per la bellezza del paesaggio e la vitalità del suo piccolo centro (Capraia Porto).

Per il nuoto e lo snorkeling: raggiungete la Cala Rossa e Cala Mortola. Per chi ama camminare: si può attraversare l’isola facendo trekking lungo antichi sentieri romani.

Da Capraia si riparte alla volta del Nord della Corsica: oltrepassiamo Capo Corso e si ormeggia infine a Saint Florent (Capraia – Saint Florent: 35 miglia). La cittadina che ospita questo porticciolo è senza dubbio una meta piacevole per i turisti e vale la pena di visitare la sua cittadella, fortificata dai genovesi nel XIV secolo, e la città Vecchia. Nelle immediate vicinanze  troviamo il deserto des Agriates e alcune tra le spiagge più belle dell’isola. Navighiamo infine verso La Spezia per il rientro, previsto il venerdì successivo.

2 settimane: “CORSICA e SARDEGNA DEL NORD”

E’ da sempre uno dei percorsi più amati dai velisti italiani. Fra le grandi isole del Tirreno, la Corsica è senz’altro quella che ha conservato la natura più incontaminata. “Tutto risplende, tutto è colore, tutto è luce”: così la descrisse Henry Matisse, impressionato dalla varietà del paesaggio che spazia dalle montagne imponenti ai grandi deserti, alle spiagge che richiamano l’ambiente caraibico. Ma la Corsica offre di più: è ricca di testimonianze storiche, tradizioni e cultura.
Costeggieremo la costa Ovest: da Capo Corso si fa rotta verso Sud, favoriti dai venti di N-NW. Si può toccare il bellissimo porticciolo di Centuri, poi quello di Saint Florent per poi prosegue alla scoperta della parte di isola più variegata. Innumerevoli sono le possibilità per dar fondo all’ancora in calette suggestive con fondali rossi e pescosi o per nuotare in acque cristalline meravigliose. Le spiagge più ambite e famose si trovano a Nord, nei dintorni dell’Ile Rousse, e a sud tra Bonifacio e Portovecchio (le più famose sono La Palombaccia e Santa Giulia). Approdi consigliati anche a Santa Manza e Rondinara. Al centro, invece, troviamo la zona della Girolata, con le sue altissime montagne che sembrano gettarsi in mare nel Golfo di Porto. Qui possiamo nuotare mentre ammiriamo aquilotti, falchi e cormorani in volo. La crociera perfetta prosegue fino alle Bocche di Bonifacio.
Da qui, per alcuni giorni, si può navigare nelle favolose isole delle Bocche di Bonifacio: Lavezzi, Cavallo, Budelli, Spargi, La Maddalena; toccare le baie della Costa Smeralda ed assolutamente visitare Bonifacio, con la sua strepitosa falesia bianca a picco sul mare ed il suo porto che ricorda un fiordo nordico.
Faremo rotta su Porto Cervo per poi da risalire verso nord, costeggiando il versante orientale della Corsica, per rientrare in porto a La Spezia.

CONSIGLI UTILI PRIMA DI IMBARCARSI

Cosa portare: le nostre barche hanno sempre un inventario completo: le uniche cose da portare a bordo sono i vostri vestiti e gli oggetti personali.

Consigliamo una borsa morbida (mai rigida) e capiente, magliette, pantaloni lunghi e corti, un maglione leggero e uno pesante, un paio di calze di cotone, scarpe con suola di gomma chiara o sandali (sconsigliamo scarpe di cuoio o tacchi alti). E poi costumi, telo da mare,  asciugamani per l’igiene personale, crema protettiva, occhiali da sole, macchina fotografica e/o videocamera. Una cerata è indispensabile. Non dimenticate anche un buon libro e qualche CD con la vostra musica.